“La Colmata Persiana”; “Poseidonia, 480 a.C.”, due poesie di Furio Durando

Mi scrive Furio Durando: “Al di là dell’evidente rimando a Kavafis, la prima è su eternità (intesa come cognizione e necessaria manifestazione), fratture, stupri (non in senso banale e ordinario), rinnovamento e serenità non atarassica. La seconda sull’anaciclosi e l’eternità. L’ispirazione di quest’ultima è alla Tomba del Tuffatore rinvenuta a Paestum/Poseidonia e alla filosofia pitagorica;… Continue Reading


“Preghiera per un’ombra (I)” inedito di Giorgio Linguaglossa. Commento di Alfredo Rienzi

Preghiera per un’ombra I Questa è la preghiera per un’ombra.1 Gioca a fare l’Omero, mi racconta la sua Iliade, la sua personale Odissea. Ci sono cavalieri ariosteschi al posto degli eroi omerici e il Teatro dei pupi. L’illusorietà delle illusioni. […] «Le cifre pari e le dispari tendono all’equilibrio – mi dice l’ombra – così,… Continue Reading


Dieci poesie di Francesca Fiorentin

Della vita non coraggiosa non ho detto Non finii sotto giudizio Galleggiavo come potevo Sopra macerie emerse per il nostro uso Accarezzandomi i capelli Rimandavo ogni svolta Sotto i fari di luce una sedia Una platea severa il terrore il processo Avrebbero potuto incidere La curva del mio mento Il grasso eccedente dal mio volto… Continue Reading


Cinque poesie inedite di Anna Bertini

Nebbie rivelatrici Non velare ma rivelare è il mio mestiere: nell’abbraccio umido di nebbie si raccontano rami chiome scorze licheni ecosistemi. Fin dove vedi tutto è mutabile, dietro le mie corti si placa la differenza, resta la sembianza pura e dura, quella capace di trasmettere tensione, quella che non ha ragione ma dovere, l’essere senza volere.   Campane a… Continue Reading


Tre poesie inedite di Giorgina Busca Gernetti

EVENTO ONIRICO Dalla squallida vita ormai delusa, lentamente si spoglia del suo corpo lasciato immobile come una veste vuota, afflosciata, senza più colore nel canneto del lago dall’acqua tenebrosa, grigia, livida. Vaga lo spirito libero e lieve nel bruno del crepuscolo, nell’acqua del lago, sulle pietre della riva, pietre-macigni ancora tormentosi per l’anima trafitta dal… Continue Reading


Sette poesie di Cristina Polli

Reciprocità È notte Perdonami madre se non resto E mi perdoni il mare se ho ingoiato Il giorno e cavo dalla gola Parole a sangue Da dare in pasto alla pagina bianca. Il tempo mi ha attraversata Come acqua che dilava Che sposta massi e urta le sponde E ora ne trattengo assetata ogni goccia… Continue Reading