Nazario Pardini, “I dintorni dell’amore, ricordando Catullo”, Guido Miano Editore – 2019. La redazione vi augura buone vacanze. Torneremo il primo settembre

I dintorni dell’amore, ricordando Catullo, proposta nella memoria del grande poeta latino, è anch’essa divisa, come la precedente raccolta, I dintorni della solitudine, in tre sezioni; è inoltre preceduta da una Lettera ad un’amica mai conosciuta, testo che ne richiama subito alla memoria un altro. Si tratta della poesia di Luis Cernuda, dal titolo A… Continue Reading


Tre poesie di Cinzia Della Ciana da “Ostinato”, Helicon Edizioni – 2019, nota di lettura di Franco Di Carlo

Il discorso poetico di Cinzia Della Ciana segue un per­corso espressivo basato su un progetto che pone la foné al centro della sua partitura compositiva: la sua poesia vuo­le fare “suonare le parole” ed anche risuonare al livello connotativo e fonosimbolico. Il loro corpo sonoro diviene esemplare significativo. E al critico spetta il compito di… Continue Reading


Tre sonetti inediti di Paolo Ottaviani

Gli Arcobaleni delle Marmore In memoria di Giuseppe Lombardi, diletto compagno ginnasiale e per me già allora Maestro, dissoltosi giovanissimo nella luce vaporosa degli arcobaleni che sorgono lieti dai dirupi intorno alla Cascata delle Marmore Il tacito fragore della luce qui intreccia con le acque una memoria antica e nuova che roccia produce e dalle… Continue Reading


L’opera poetica di Leopoldo Attolico. Alcune poesie da “SI FA PER DIRE – Tutte le poesie, 1964 – 2016”, Edizioni Marco Saya – 2019, nota di Francesco Muzzioli

Con questo volume complessivo, Si fa per dire. Tutte le poesie, 1964-2016, pubblicato meritoriamente dalle Edizioni Marco Saya nel 2019, siamo in grado ora di prendere in considerazione nella sua interezza e complessità l’opera poetica di Leopoldo Attolico, per così dire alla A alla Z, compresa una sezione di inediti e una significativa rassegna della… Continue Reading


Cosimo Russo, “Per poco tempo” Manni – 2017, nota di Giorgio Linguaglossa

Moltissima poesia che si fa oggi nelle località della villeggiatura poetica disseminate in Italia è una poesia “onesta”, una poesia turistica, si parla del corpo (proprio), delle relazioni amorose, delle relazioni topografiche o topologiche, di quelle toponomastiche, degli alberi, delle targhe delle automobili, delle gambe della Minetti nel migliore dei casi. Si tratta di una poesia… Continue Reading