Una poesia inedita di Myrna Bongini, Maria Grazia Di Biagio, Maurizio Soldini

ImageHandler

 

Se mi guardassi con occhio fermo
e anche solo per te non fossi trasparente
continuerei ad essere.
La mia fragilità a forza inabissata nuovamente
e il gesto arioso, aperto.
Una fede rinnovata
e noi
non più solo assonanza col divino.

Myrna Bongini

*

Nell’incavo deserto di un nido, si avverte
il vuoto reso da una galassia in fuga
Lo smarrimento che assale l’astronomo
all’ipotesi di un oltre che non vede.

Il vuoto sta ancorato all’y del ramo
per altre cove e schiuse, altre partenze
Verso il limite che acceca il telescopio
l’universo è più stellato – intero.

Maria Grazia Di Biagio

*

non può il capriccio d’ombra
sfatare nel complesso della sera
l’indecisione del tramonto in vista

sottigliezza di peccati e sfere
in volute di fumi e schiocchi di merli
sugli alberi che fanno guglie in cielo

arbusti mitigati nel colore della notte
scivolano di sbieco nella luce
di sperate costellazioni di riporto

in fili e in filigrana di silenzi accovacciati
nel vento lento della visitazione
sopra i tetti delle chiese chiuse in albe

annunciazione e contemplazione in canti
gregoriani levati dalla valle ora pro nobis
il lavorio di messa a punto del domani

Maurizio Soldini

Annunci
2 commenti
  1. Grazie, Luciano, per questa gradita sorpresa, di avermi riesumato e collocata in tanta buona compagnia. Chiedo perdono a tutti per questo esilio volontario.

    • infatti ci manchi molto… ringrazio anch’io Luciano, è sempre un piacere poter leggere Maria Grazia Di Biagio, con la sua penna davvero “l’universo è più stellato”. Un caro saluto a entrambi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...