Quattro poesie e tre dipinti di Antonio Calbi Penny

Io penso e ti raggiungo Nella quasi quinta essenza. Il libro dell’arbitrio Nel canto dell’eremo. L’eremo di un ragazzo Che indica la mano In un solo passo. (Cieca nudità, 2015) Il silenzio del digiuno, il silenzio Delle parole. Ed e` pesante questa Notturna aurora che illumina l’addio. Ma io, vecchio pupazzo, cosa sono?


Quattro inediti di Anna Maria Bonfiglio con breve nota di Maria Grazia Di Biagio

I versi di Anna Maria Bonfiglio, possiedono il dono della grazia naturale. Ogni poesia si erge chiara, è lucida espressione della fusione perfetta fra eleganza formale e densità di senso. Nulla è lasciato al caso eppure tutto risulta spontaneo, semplice, di una fluidità spiazzante. Non c’è significante che non porti il suo peso, ogni verso è cesellato, limato… Continue Reading


Martino Migli – Gabriele Sanzini – Francesco Taranto, “Cervellini in fuga”, Milano, Mondadori – 2015, letto da Dante Maffia

Con il passare del tempo cambiano i significati delle parole e cambiano anche le parole per designare una cosa che prima era chiamata diversamente. L’emigrazione, per esempio, adesso si chiama fuga ed è facile sentire, quasi giornalmente ai telegiornali e ai dibattiti televisivi, che si tratta di cervelli in fuga. Ma sappiamo che accanto agli… Continue Reading


“Abele” di Lucianna Argentino, Edizioni del Progetto Cultura – 2015, letto da Francesco M. T. Tarantino

Un poema sul silenzio di Abele che Lucianna Argentino indaga affrontando problematiche teologiche antiche e attuali. Nella Bibbia Abele compare muto ed è nominato poche volte, a differenza di Caino e la poetessa incentra il suo interesse su questo aspetto inventando un dialogo di Abele con la madre, in modo da restituire al personaggio la… Continue Reading


Nei tempi grigi, uno sprazzo di luce dalla poesia. La “gioia avvenire”, dalla meravigliosa fiamma dell’ “utopia”. Esemplare il pensiero e l’opera di Franco Fortini. Un classico della letteratura contemporanea. A cura di Donato Antonio Barbarito (I parte)

LA GIOIA AVVENIRE Potrebbe essere un fiume grandissimo Una cavalcata di scalpiti un tumulto un furore Una rabbia strappata uno stelo sbranato Un urlo altissimo Ma anche una minuscola erba per i ritorni Il crollo d’una pigna bruciata nella fiamma Una mano che sfiora al passaggio O l’indecisione fissando senza vedere Qualcosa comunque che non… Continue Reading


“Mi racconto la luna, piccola antologia di vagabondi pensieri e fragile poesia” di Giovanni Pistoia, Youcanprint – 2015, letto da Carmine Chiodo

Giovanni Pistoia è un fine e succoso poeta, oltre che uno scrittore di aforismi e saggista di argomenti che vanno dalla letteratura alla storia. La poesia di Pistoia ha andamenti e ritmi diversi, come è ampiamente testimoniato da varie sillogi poetiche che hanno visto la luce negli anni passati, e tra le quali mi limito a… Continue Reading