Cinque poesie di Maurizio Manzo da “Rizomi e altre gramigne”, Editrice Zona – 2016

La poesia di Maurizio Manzo è solo apparentemente prosastica. Egli è molto attento al ritmo e al metro. Ed infatti i quadri di Rizomi (radici) sono metricamente molto rigorosi, ciascuno di cinque versi, due endecasillabi uniti. Lo stesso autore definisce chiusa questa struttura. Contornata, infatti, quasi fosse un’inquadratura, uno story-board che recupera una metrica antica… Continue Reading


LA SETTIMANA DELL’AMORE (quarto giorno): poesie di Pietro Metastasio, Miriam Bruni, Pasquale Vitagliano, Antonella Jacoli, Carla de Falco

Compleanno di Marc Chagall 1915, Museum of Modern Art di New York   Epitalamio 2 Eccelsa donna, a cui fortuna e merto Per l’umano sentier compagni sono Non isdegnar che l’amoroso serto, Che intesso agli altri sposi, io t’offra in dono. Forse che un dì, reso lo stile esperto, Canterò le tue lodi in chiaro suono.… Continue Reading


Il quarantennale di Pier Paolo Pasolini, di Paolo Ruffilli; Nove poesie di autori contemporanei dedicate a Pier Paolo Pasolini

Sono quarant’anni che Pasolini è morto, ma il suo messaggio è ancora vivo. Il fatto è che Pasolini, nella sua precocissima sensibilità, ha anticipato cose di cui solo più tardi abbiamo scoperto l’indicazione profetica: la perdita dei valori della tradizione con l’avvento dell’industrializzazione selvaggia, l’effetto di analfabetismo di ritorno attraverso la televisione, il consumismo sfrenato,… Continue Reading


I MAESTRI: Giovanni Giudici, scelto da Pasquale Vitagliano; Pier Paolo Pasolini, scelto da Abele Longo

LA VITA IN VERSI   Metti in versi la vita, trascrivi fedelmente, senza tacere particolare alcuno, l’evidenza dei vivi. Ma non dimenticare che vedere non è sapere, né potere, bensì ridicolo un altro voler essere che te. Nel sotto e nel soprammondo s’allacciano complicità di visceri, saettano occhiate d’accordi. E gli astanti s’affacciano al limbo… Continue Reading


Quattro poesie di Pasquale Vitagliano

Che partita mi inviti silente a giocare? A me, che di giocarmi tutto non vedo l’ora, porgi la mano? Ecco! Hai avuto la mia coppa cieca. Almeno bevi la tua vittoria. E invece, hai riempito di sabbia la mia coppa vuota. Non ho paura di masticarla. Ne farò crema per i volti sopiti dei miei… Continue Reading


“COME I CORPI LE COSE”, Pasquale Vitagliano, LietoColle – 2013 –

Assolutamente autentica, onirica negli spazi immobili, fantastica sostanza per noi umani che ci muoviamo nel torrente degli eventi.Così si presenta l’ultima silloge di Pasquale Vitagliano “Come i corpi le cose”,poesie che sembrano giunte nelle camere della certezza, dove gli interrogativi hanno la chiarezza di uno stagno prosciugato, di una vita vissuta, patita, ma sempre respinta.L’uomo-poeta… Continue Reading