Tre poesie di Giuseppe Manitta dalla silloge inedita “Gli occhi non possono morire”

284493

SUL BREVIARIO DI OTT

Il sudore graffia l’effige di Lidwina
sul Breviario di Ott.
Il calendario è bianco,
polvere di paglia brucia
il boccale del contadino,
l’asina nutre le mosche
e la massaia governa lucertole al sole,
gli spilloni tra le mani e i pomodori.
Dietro la collina di Rocco
l’asfalto ha catturato le gambe di Lidwina,
l’aureola tra le bottiglie di birra,
vicino al ficus di Via santa Maddalena.
Lidwina soffoca tra i mandorli,
assopita, e veste stracci di nebbia.

Odora di bordello l’angolo della piazza
mentre la tenda rossa, alla finestra,
guarda i passanti
e la bimba sanguina di sogni,
Sofia.
Il Breviario di Ott è sull’altare,
ma nel giorno della Madonna
Sofia è per le strade,
con le gambe strisciate di sudore,
che si addormentano.
La cenere ricopre gli occhi
e il Breviario piange
la martire della città.
È mutata l’incisione,
oggi si prega il martirio di santa Sofia.

 

XII

Il ragazzo
non ascolta gli spari
alle luminarie,
si tocca il volto,
le gambe, il petto:
non si riconosce.

Sente l’acetilene nelle vene,
le luci dei santi in processione
e le bestemmie del sangue.

 

XXVI

Era sera,
la casa di Giosuè
sulla collina
respirava i mandorli spenti
e il silenzio degli altari.

Il vecchio lume
scandisce la vertigine del tempo,
seppellita fra le muraglie del viottolo,
in salita,
accanto la casa.

La brina all’alba evapora Dio,
anch’io.

Giuseppe Manitta

 

13686549_1064911540243345_8491108672479985654_n.jpgGiuseppe Manitta ha pubblicato due antologie sulla narrativa italiana per la casa editrice Mursia. Ha tenuto convegni in università italiane e in diverse università dell’Est dell’Europa. Ha pubblicato monografie e curatele su Boccaccio, sul petrarchismo del ‘500, su Leopardi e su Carducci. In particolare su Leopardi ha pubblicato due monografie: Giacomo Leopardi. Percorsi critici e bibliografici (1998-2003) e Giacomo Leopardi. Percorsi critici e bibliografici (2004-2008). Con appendice 2009-2012. Di poesia ha pubblicato L’ultimo canto dell’upupa (2011, con premessa di Giorgio Barberi Squarotti e introduzione di Carmine Chiodo) e Il giullare del tempo (2013, con prefazione di Francesco D’Episcopo). Collabora, inoltre, a varie riviste di italianistica tra le quali “La Rassegna della Letteratura Italiana”. Dal 2016 cura la bibliografia leopardiana del Laboratorio Leopardi dell’Università La Sapienza di Roma.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...