Rispolverare i classici: Lutazio Catulo

imagesNel primo secolo a.C. era prassi comune che i giovani rampolli della classe dirigente compissero viaggi di istruzione in Grecia, dove venivano a contatto con gli esponenti più illustri della cultura greca contemporanea; presso le famiglie più abbienti vivevano precettori greci ed era invalsa la pratica di possedere una ricca biblioteca, aggiornata con i testi ellenistici più ammirati ed importanti. Nel mondo romano penetrarono anche le principali discussioni e polemiche letterarie ellenistiche, furono proprio queste ad influire in modo decisivo sui poeti della nuova generazione e a determinare il loro distacco polemico e programmatico dai predecessori. La poesia e il gusto delle scuole di poesia a Roma, risentono, infatti, in larga parte dei principi e delle regole della produzione alessandrina: culto della poesia breve, ricerca della variatio, raffinatezza stilistica, polemica contro il poema epico. Appartiene a quest’epoca il movimento neoterico che introdusse in Roma un nuovo modo di fare poesia. Si tratta dei poeti che si raccolgono nel cenacolo di Lutazio Catulo (150 a.C. – 87 a.C.), poeta raffinato oltre che uomo politico, oratore e storiografo; egli riunì intorno a sé poeti greci come Archia e Antipatro di Sidone. Catulo è ricordato come il primo poeta romano che abbia composto carmi d’amore: di lui sono note la traduzione di un epigramma di Callimaco e la composizione di un poema storiografico, il De consulatu et de rebus gestis suis, che Cicerone giudicava raffinato, pieno di grazia ed erudizione.

 

Fuggito è il mio cuore.
Credo se ne sia andato,
come sempre, da Teotimo.
Quello è il suo rifugio…
Andrò a cercarlo.
Ma temo che anch’io resterò imprigionato.
Cosa devo fare?
Venere, dammi tu un consiglio!

 

A salutare l’alba
per caso mi ero fermato,
quando d’un tratto apparve
alla mia sinistra Roscio:
con vostra pace, o dei,
concedetemi di dirlo:
egli, mortale, mi sembrò
più bello di un dio.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...