Marco Bellini, “La distanza delle orme”, La Vita Felice – 2015, letto da Narda Fattori

Marco Bellini è noto per essere un poeta di sorvegliato registro lirico, di contenuto profondo, ampio nel dettato colto ma mai ampolloso e/o intellettualistico. Quanto sopra affermato non è riconoscibile in questo volume; coraggiosamente Bellini si è avviato sul sentiero del nuovo, del futuro, comunque del futuribile , soprattutto ha dato voce alle istanze interrogative… Continue Reading


LA SETTIMANA DELL’AMORE (quarto giorno): poesie di Ciro di Pers, Patrizia Sardisco, Leonardo Asso, Narda Fattori, Marco Bellini, Lucio Mayoor Tosi

Guercino, Giuseppe e la moglie di Putifarre, 1649   LANGUIDI RAGGI, E SCOLORITI FIORI Languidi raggi, e scoloriti fiori Entro ‘l bel volto tuo scorgo, Nicea, E pur quivi il mio sen come solea S’arricchisce di gioie, e di dolori. Sfavilla ancor per entro a tuoi pallori Quel non so che, quel che mi strugge,… Continue Reading


Poesie di Marco Bellini

Bambini apocrifi   (Per loro non hanno scelto la terra; la terra non sa trovare il cielo).   “Io sono un bambino dell’albero mi spettava un mondo orizzontale vite sorridenti in cui entrare. Ora il mio contributo è freddo; chiedo di essere accolto in questa forma lenta. Sono edera, fungo, parassita contrappeso alla vita”.  … Continue Reading