Tre capolavori di Fabrizio De André: La guerra di Piero,Via del Campo, Bocca di Rosa

pescatore2

Fabrizio De André nasce a Genova nel 1940. Fortemente influenzato dal cantautore francese Georges Brassens, suonò dapprima jazz con Mario De Santis e Luigi Tenco, incidendo a diciotto anni Nuvole barocche, suo disco d’esordio, ma il successo arrivò solo più tardi con la Canzone di Marinella, lanciata nel 1965 da Mina. Da allora sono seguiti lavori di grande impegno, come Tutti morimmo a stento (ispirato a François Villon), La buona novella (ispirato  ai Vangeli apocrifi) e Non al denaro non all’amore né al cielo (dall’Antologia di Spoon River). Dalla collaborazione con Mauro Pagani sono nati Crêuza de mä (1984), disco di ricerca interamente in genovese, e Le nuvole (1990), ispirato ad Aristofane. L’ultimo lavoro è Anime salve (1996), composto con Ivano Fossati. Fra i capolavori ricordiamo La guerra di Piero, Via del Campo, Bocca di Rosa di cui ascoltiamo i brani. Muore a Milano nel 1999.

 

 

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...