Vincitori della quinta edizione del premio letterario “L’albero di rose” – 2022

logo-rose_300px_72dpi-2

Pubblichiamo i vincitori della quinta edizione del premio letterario “L’albero di rose” – 2022

Sezione I inedita: ispirata ai temi, alternativi tra loro, della Festa del Maggio, dei culti arborei e del rapporto tra l’uomo e l’albero.

1° classificato – Il mandorlo – Enzo Bacca

2° classificato – Terra – Biagio Russo

3° classificato – So capòte u chelàure gialle (Ho scelto il colore giallo) -Vincenzo Mastropirro

Sezione II inedita: ispirata ai temi di Leonardo Sinisgalli antropologo: la poesia che scaturisce dall’urto con gli oggetti, simboli di culti primordiali; la mitologia domestica, la mitologia del luogo grezzo e sobrio. È nel luogo che meglio si leggono “le formule semplicissime che regolano il mondo”.

1° classificato – Brianza  I e III – Giulio Redaelli

2° classificato – Olocausto Taino – Rossella Seller

3° classificato – Mater Matera – Geltrude Consalvo

Sezione III silloge edita

1° classificato – Il mare beve me stesso, Francesco Cagnetta

2° classificato – A oriente di qualsiasi origine, Annalisa Rodeghiero

3° classificato – Na giungla de cartò, Anna Elisa De Gregorio (deceduta)

Giuria:

Plinio Perilli, poeta, saggista e critico letterario, è curatore di molti classici, antichi e moderni. La sua prima raccolta poetica è L’Amore visto dall’alto (1989), finalista al Premio Viareggio. È vincitore di  altri prestigiosi premi letterari internazionali, quali il premio Eugenio Montale, il premio Guido Gozzano e il premio Gatto.

Anna Maria Curci, nata a Roma insegna lingua e cultura tedesca in un liceo statale. Ha tradotto, tra l’altro, poesie di Lutz Seiler (La domenica pensavo a Dio/Sonntags dachte ich an Gott, Del Vecchio, 2012), di Hilde Domin (Il coltello che ricorda, Del Vecchio, 2016) e i romanzi Johanna (Del Vecchio, 2014) e Pigafetta (Del Vecchio, 2021) di Felicitas Hoppe. Ha pubblicato i volumi di poesia Inciampi e marcapiano (LietoColle,2011), Nuove nomenclature e altre poesie (L’arcolaio, 2015), Nei giorni per versi (Arcipelago itaca, 2019), Opera incerta (L’arcolaio, 2020). La raccolta Insorte è in via di pubblicazione.

Luciano Nota, poeta, nato ad Accettura, vive a Pordenone dove lavora come docente. È laureato in Pedagogia ad indirizzo psicologico e Lettere Moderne. Ha pubblicato: Intestatario di assenze (Campanotto, 2008); Sopra la terra nera (Campanotto, 2010); Tra cielo e volto (Edizioni del Leone, 2012); Dentro (Associazione Culturale LucaniArt Onlus, 2013); La luce delle crepe (EdiLet, 2016), Destinatario di assenze (ArcipalagoItaca, 2020). Alcune  poesie sono state pubblicate su varie riviste letterarie e in diverse antologie. Cura il blog letterario “La Presenza di Erato”.

Luigi Beneduci, dottore di ricerca in Italianistica, è docente negli istituti superiori statali, attualmente presso IIS “N. Miraglia” di Lauria – Sezione Liceo Classico “N. Carlomagno”. È direttore della Fondazione Leonardo Sinisgalli.

Quale componente designata in seno alla Società Dante Alighieri – Comitato di Matera, Vittoria Natalia Abate, laureata in Letteratura contemporanea con una tesi sulla poesia di Cesare Pavese, è docente di Italiano presso il Liceo “Tommaso Stigliani ” di Matera. È vincitrice dell’ultima rassegna letteraria “Amabili Confini” di Matera, per la sezione racconti.

Rosanna Mazzia è avvocato, sindaco del Comune di Roseto Capo Spulico e Presidente Nazionale dell’Associazione  Borghi Autentici d’Italia.

Premiazione il giorno 30 luglio ore 18:00 ad Accettura (Matera)

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...